menu chiudi

Il mio quesito è il seguente: in ambito di competenze professionali, vorrei sapere se l’ingegnere Junior, Sez.B e Settore Civile-Ambientale, ha le legittime competenze per firmare, in qualità di Progettista, un piano di Lottizzazione convenzionata di tipo residenziale?

In materia di competenze professionali degli Ingegneri, la normativa di riferimento è il DPR 328/2001, Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l’ammissione all’esame di Stato e delle relative prove per l’esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti, nello specifico: in ordine alle competenze e attribuzioni oggetto dell’attività professionale dell’ingegnere iscritto alla sezione B dell’Albo, l’articolo 46 del DPR menzionato prevede:

cit. c.3: “

  1. Sezione A: a) per il settore “Ingegneria Civile e Ambientale”: la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la direzione lavori, la stima, il collaudo, la gestione, la valutazione di impatto ambientale di opere edili e strutture, infrastrutture, territoriali e di trasporto, di opere per la difesa del suolo e per il disinquinamento e la depurazione, di opere geotecniche, di sistemi e impianti civili e per l’ambiente e il territorio;
  1. Sezione B): a) per il settore “Ingegneria Civile e Ambientale”:
    1. le attività basate sull’applicazione delle scienze, volte al concorso e alla collaborazione alle attività di progettazione, direzione dei lavori, stima e collaudo di opere edilizie comprese le opere pubbliche;
    2. la progettazione, la direzione dei lavori, la vigilanza, la contabilità e la liquidazione relative a costruzioni civili semplici, con l’uso di metodologie standardizzate;
    3. i rilievi diretti e strumentali sull’edilizia attuale e storica e i rilievi geometrici di qualunque natura;

Considerato che si tratta di Pianificazione (Attuativa), il Professionista, Settore Civile Ambientale può occuparsene, solo se abilitato e iscritto alla Sez. A. dell’Albo Professionale.

Si precisa inoltre, che quanto ai punti sopra elencati, la discriminante nella definizione della competenza consiste nel criterio di applicazione delle “metodologie standardizzate” o meno, nell’ambito Civile e Ambientale.

Resta tutt’ora aperto il dibattito in dottrina, su quali siano i reali confini di attribuzione degli incarichi in capo agli Ingegneri Junior (sez.B) rispetto ai Senior (sez.A), malgrado il tentativo di fare chiarezza sul tema da parte del Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI), attraverso la redazione della Linea guida: “Le competenze professionali degli ingegneri Juniores-2008”; la stessa fornisce una definizione del concetto di “costruzioni civili semplici” e di “metodologia standardizzata”; inoltre si esprime in merito con Circolare n.554/15, emanata a seguito della decisione del TAR Campania n.797/15.

Per tutto quanto sopra, si richiama al senso di responsabilità professionale, invocato dall’art.4_Correttezza del Codice Deontologico e ad una attenta valutazione delle singole circostanze di carattere tecnico legate ad ogni richiesta d’incarico prestazionale.