menu chiudi

Obbligo di preventivo e determinazione del compenso: ecco il documento del CNI e i software per la redazione dei documenti obbligatori

La nuova normativa in materia di compensi professionali prevede l’obbligo del preventivo scritto. Il professionista deve rendere noto al cliente, obbligatoriamente, in forma scritta o digitale, il grado di complessità dell’incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento fino alla conclusione dell’incarico. Egli deve indicare inoltre i dati della polizza assicurativa per i danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale. Nel preventivo, ricordiamo, è obbligatorio indicare anche titoli e specializzazioni possedute.

A questo link è possibile utilizzare, grauitamente, il Software realizzato in collaborazione con il CNI per la redazione del preventivo e del contratto tipo previsto dalla normativa vigente per la committenza privata.

https://www.blumatica.it/blumatica_corrispettivicp.asp

Qua è possibile invece trovare il software gratuito per la determinazione del compenso da porre a base di gara nei SIA:

https://www.blumatica.it/blumatica_corrispettiviop.asp

Dopo l’abolizione della Tariffa, inoltre, è diventato fondamentale un meccanismo condiviso di determinazione dei compensi, anche nel rispetto delle disposizioni sull’equo compenso.

Pubblichiamo di seguito un fascicolo realizzato dal CNI sul tema:

https://www.tuttoingegnere.it/images/pubblicazioni_cni/corrispettivi_2019_web.pdf