Urbanistica e Paesaggio

Coordinatore: 
Isabella Ligia, Giorgio Speranza
Referente per la Qualità: 
Matteo Rocca
Referente del Consiglio: 
Fabrizio Porcedda
eMail: 
comm.urbanistica@ingegneri-ca.net

La Commissione Urbanistica e Paesaggio ha l'obbiettivo di approfondire le tematiche inerenti la pianificazione territoriale e la tutela paesaggistica ed ambientale del territorio. È composta da colleghi esperti in diversi settori, quali pianificazione territoriale (legata ad aspetti idrogeologici, paesaggistici, di riconversione mineraria, usi civici, ecc.), redazione di piani urbanistici e piani attuativi, progettazione di masterplan, valutazioni di impatto ambientale e pianificazione di settore.

Per la complessità e la vastità dei temi trattati, rappresenta lo strumento per poter codificare problematiche complesse mediante la piena collaborazione con le altre commissioni tecniche dell'Ordine, e mediante alcuni focus di approfondimento su temi mirati di interesse regionale e dai risvolti tecnici ed operativi.

Obiettivi: 
  1. Avere un ruolo attivo nella redazione di linee guida specifiche nei vari temi della pianificazione urbanistica e paesaggistica, specie nei casi di sovrapposizioni procedurali. Linee guida che - validate dagli organi competenti della Regione Autonoma della Sardegna - siano allo stesso tempo un riferimento per i singoli professionisti iscritti all'albo e un utile strumento di valutazione in merito alle buone pratiche di intervento sul territorio, nel rispetto delle norme di settore e in linea con quanto previsto dagli iter procedurali.
  2. Creare una piattaforma online nel sito dell'Ordine che accolga un riordino dei pareri ufficiali espressi dagli organi competenti della Regione Autonoma della Sardegna in materia di pianificazione paesaggistica ed ambientale. A tal proposito la Commissione propone un ruolo diretto dell'Ordine nella valutazione di compatibilità alle norme in casi di sovrapposizione normativa o procedurale, consapevole di poter rappresentare la categoria di professionisti i cui procedimenti risultano singolarmente di difficile risoluzione. L'Ordine si propone per avere un ruolo di ponte con l'Amministrazione regionale a garanzia di un'equa, chiara e definita procedura di valutazione ed al fine di evitare che il singolo caso venga esaminato come a sé stante e sottoposto agli Assessorati referenti dal singolo collega.
  3. Offrire supporto agli organi competenti della Pubblica Amministrazione per la definizione di format e iter autorizzativi snelli e univoci, pensati anche alla luce delle reali criticità incontrate dai professionisti operanti nel territorio; in tal senso l'Ordine vuole riappropriarsi di una funzione propulsiva al fine di sottoporre agli enti competenti specifiche proposte di legge.
  4. Definire i contenuti e i minimi importi per le tariffe urbanistiche e di compatibilità paesaggistica ed ambientale.
  5. Dotare l'Ordine di regolamenti interni condivisi tra gli iscritti, al fine di elevare la professionalità degli iscritti e di limitare eventi dannosi per la categoria, derivanti dalla redazione di procedimenti e progetti impropri e non conformi alle normative o alle buone prassi.
  6. Creare, in accordo con i competenti organi della Regione Autonoma della Sardegna, un Osservatorio della progettazione urbana e territoriale, al fine di innalzare i livelli di qualità progettuale mediante uno scambio tra Ordini e professioni e mediante il gemellaggio con similari osservatori a livello nazionale e internazionale. Le attività saranno orientate all'approfondimento multisettoriale nella progettazione, con la creazione di una rete di coinvolgimento dei singoli professionisti e la condivisione di problematiche e soluzioni di alto livello innovativo.
  7. Definire e attivare, unitamente alla Commissione Formazione e Aggiornamento dell'Ordine, corsi di formazione e approfondimento per i propri iscritti in materia urbanistica e paesaggistica, al fine di affrontare tematiche troppo spesso dibattute ma, in realtà, poco conosciute.
Attività: 

La Commissione si è occupata della definizione dei punti chiave imprescindibili in merito alla redazione della nuova legge di governo di territorio a livello regionale, per poterli discutere con l'Assessorato regionale competente e con gli altri portatori di interesse.

È stata formalizzata l'iscrizione dell'Ordine all'Istituto Nazionale di Urbanistica - INU. La commissione ha partecipato al Laboratorio 1 (di una serie) con l'INU in merito all'analisi del piano strutturale e del piano operativo come nuovi strumenti di pianificazione urbanistica regionale e sovracomunale. È infine impegnata nella redazione del progetto dell'Osservatorio al fine di sottoporlo alla Federazione regionale degli Ordini. Ha organizzato due seminari di pianificazione urbanistica.

Powered by Di-SiDE
Go to top