Pubblicata sul Buras la Legge regionale sulla semplificazione amministrativa

Data di pubblicazione: 
Venerdì, Ottobre 28, 2016

«Siamo di fronte a un cambiamento epocale che interesserà la Pubblica Amministrazione, i Professionisti, le Imprese e i Cittadini in un processo che auspichiamo sia il più virtuoso possibile». Ettore Crobu, Coordinatore della Rete delle Professioni Tecniche della Sardegna commenta così la pubblicazione sul BURAS della Legge Regionale n. 24/2016 sulla "Semplificazione dei procedimenti amministrativi" avvenuta ieri. 

Questa normativa rappresenta un grande passo in avanti fatto dalla Regione rispetto all'ambizioso obiettivo di semplificare la macchina organizzativa e burocratica che governa i procedimenti amministrativi. Ma la vera novità sta nel fatto che non ci si limita a legiferare ma si prevedono le risorse economiche per consentire alle amministrazioni locali coinvolte di mettere in atto le nuove procedure, come previsto dall'art. 13 del dispositivo normativo.

Una legge importante per tutti i cittadiniper la cui stesura è stato fondamentale l’apporto della RPT. I suggerimenti della Rete, infatti, presentati in fase di dibattito pubblico a luglio del 2015, sono stati accolti e inseriti nel testo normativo: in particolare la proposta di valutazione unitaria dei progetti di accertamento di conformità e dei nuovi interventi, prevista nell’art. 40 della Legge e in grado di semplificare fortemente l’iter procedurale e ridurre i tempi di istruttoria delle pratiche con conseguenti vantaggi per la Pubblica Amministrazione e per i Cittadini. Un apporto costruttivo reso possibile dall’importante lavoro di analisi e confronto fatto dalla commissione edilizia privata della Rete e dal gruppo di lavoro sulla semplificazione.

Questo modello di collaborazione con l’amministrazione è in grado di produrre testi normativi condivisi, non imposti dall’alto ma che tengano conto anche di istanze espresse da coloro che poi si troveranno quotidianamente a fare i conti con la burocrazia: «Grazie ad un’organizzazione interna ormai collaudata – dice Crobu –, la Rete è in grado di costituire gruppi di lavoro multidisciplinari, analizzare le criticità e proporre soluzioni atte al superamento delle stesse secondo il know how in possesso dei Professionisti dei vari Ordini e Collegi parte dell'associazione. La Rete assume oggi un ruolo fondamentale anche nell'ambito della formazione, rendendosi disponibile a future collaborazioni aventi l'obiettivo di formare e aggiornare il personale della pubblica amministrazione».

Powered by Di-SiDE
Go to top