OIC a Panorama Sardo: “Una continuità territoriale anche per l’energia”.

Data di pubblicazione: 
Venerdì, Marzo 10, 2017

Qual è il primo passo? Come sfruttare le infrastrutture già costruite ma mai utilizzate? Cosa chiedere al governo nazionale per accelerare il processo di Metanizzazione? L’Oic ospite a Panorama Sardo dà il suo contributo al dibattito sul tema dell’arrivo del gas metano in Sardegna. Accanto al presidente Gaetano Nastasi, hanno partecipato alla trasmissione l’assessore regionale all’Industria Maria Grazia Piras, il segretario della Cisl Sardegna Ignazio Ganga, il presidente della Confindustria Sardegna Centrale Roberto Bormioli e Francesco Marini, presidente della Confindustria Sardegna Meridionale.

 

Durante la trasmissione, l’assessore Piras ha indicato come realistico l’obiettivo di portare il metano in Sardegna entro il 2020 utilizzando una rete di mini depositi e il trasporto su gomma. Un risultato che, come sottolineato da Ganga, Bormioli e Marini, potrebbe rappresentare un importante passaggio per il rilancio della grande industria energivora in Sardegna, a patto che la metanizzazione sia accompagnata da un piano di rilancio dell’economia industriale isolana.

Ma l’arrivo del metano porterebbe indubbi vantaggi anche per le famiglie:

 

Per rendere sin da subito appetibile l’investimento sul metano da parte dei privati e allo stesso tempo mantenere basse le tariffe, sostiene Oic, è necessario che il meccanismo di perequazione previsto dal Decreto Letta e che sta venendo utilizzato per la fase di costruzione della dorsale sarda, sia esteso, anche in via transitoria, alla distribuzione.

 

In chiusura di trasmissione il presidente Nastasi ha sottolineato come sia necessario creare le condizioni favorevoli per stimolare gli investimenti sul metano in Sardegna, ad esempio semplificando l’iter amministrativo per ottenere le autorizzazioni attraverso l’introduzione di linee guida per la costruzione degli impianti o investendo sul potenziamento dell’organico della PA.

 

A questo link è disponibile la versione integrale della trasmissione.

https://www.youtube.com/watch?v=FB_QyBuLHNY

Powered by Di-SiDE
Go to top