Iscol@: via a 14 concorsi di progettazione per 55 milioni di euro

Data di pubblicazione: 
Venerdì, Ottobre 27, 2017

Cinquantacinque milioni di euro provenienti dai fondi POR FESR 2014-2020 sono già sul piatto per 14 concorsi di progettazione Iscol@. Ieri mattina a Sassari il presidente della Regione Francesco Pigliaru ha presentato, nel corso di un incontro al Liceo Azuni di Sassari, contenuti e finalità dei 14 documenti preliminari alla progettazione appena conclusi. Ora la palla passa alle amministrazioni locali che dovranno predisporre e pubblicare i bandi.

Gli interventi riguarderanno scuole e alunni di Escalaplano, Guasila, Monti, Scano Montiferro, Tresnuraghes, Sagama, Sennariolo, Neoneli, Ula Tirso, Allai, Nughedu Santa Vittoria, Samugheo. E ancora Sassari e Olbia, Posada, Thiesi, Uta, Villaspeciosa, Mores e Ittireddu.

Inclusività e centralità della progettazione: il modello Iscol@

 

Fondamentale per il successo del progetto, ha spiegato Pigliaru, sarà l’apporto dei territori e delle comunità che saranno chiamati a prendere parte al processo evidenziando le proprie esigenze, e collaborando attivamente. L’approccio inclusivo e la centralità del momento della progettazione nel processo di investimento pubblico, sono state, fin qui, le carte vincenti del progetto Iscol@ e la chiave per ottenere, nel recente passato, risultati concreti e importanti.

 

“La collaborazione porta sempre ottimi risultati. Riteniamo fondamentale proseguire sulla strada già tracciata e ci auguriamo che il modello Iscol@ possa essere replicato dall’amministrazione regionale in tutti gli altri campi – ha detto il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Sassari Lorenzo Corda presente all’incontro di presentazione in rappresentanza della Federazione degli Ordini degli Ingegneri della Sardegna –. Siamo soddisfatti, inoltre, del fatto che siano stati accolti dalla Regione i nostri suggerimenti sull’introduzione progressiva dell’utilizzo del BIM e sulla valorizzazione delle reti di professionisti per la partecipazione ai concorsi di progettazione”.

Rispetto alla visione del progetto Iscol@ come modello, sottolineano i tecnici, è risultato molto positivo anche l’aspetto della manutenzione e della riqualificazione dell’esistente: “Riteniamo sia necessario non abbandonare i territori ed evitare che si riducano a meri dormitori – sostiene Corda –. E questo può essere fatto da una parte riqualificando i tanti edifici già presenti in tutti i paesi della Sardegna, dall’altro sveltendo e snellendo le procedure per la manutenzione e l’adeguamento alle norme sulla sicurezza. È da sottolineare come quest’ultimo punto sia stato portato avanti sinora in maniera esemplare con il progetto Iscol@ riuscendo a dare fondo, rapidamente e in maniera completa, alla dotazione finanziaria”.

 

Al termine dell’incontro è stato inoltre presentato il nuovo sito internet dedicato al progetto Iscol@ (www.iscol@.it). Il portale contiene tutte le informazioni sugli interventi di edilizia scolastica e una sezione dedicata ai laboratori didattici. Grazie al sito è possibile seguire in maniera trasparente lavori realizzati e l'avanzamento di quelli in lavorazione e visionare, attraverso la carta geografica interattiva, la georeferenziazione degli interventi in maniera dettagliata.

Powered by Di-SiDE
Go to top