InnovAzioni: innovare per competere. Politiche per una nuova valorizzazione dei territori

Data di pubblicazione: 
Mercoledì, Novembre 23, 2016
InnovAzione, convegno 25 novembre

Convegno_Cagliari 25 novembre 2016 ore 9.00-13.30_ Sala Conferenze Lazzaretto

Con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna e del Comune di Cagliari

Il 25novembre IN/ARCH Istituto Nazionale di Architettura organizza a Cagliari la seconda tappa del Convegno dal titolo “InnovAzioni: innovare per competere. Politiche per una nuova valorizzazione dei territori” : al centro del dibattito una riflessione su come la qualità ambientale e paesaggistica possano diventare un fattore di competitività dei territori e sulle sinergie da attivare per il perseguimento di tale obiettivo.

Oggi assistiamo al passaggio da un’economia di tipo industriale ad una di tipo esperienziale e al diffondersi di un nuovo paradigma nella gestione dei territori, caratterizzato da un approccio non più prevalentemente “manageriale” ma “imprenditoriale” e “relazionale” in un’ottica di competitività allargata.

La localizzazione di attività economiche, una volta basata su fattori come l’accessibilità, i trasporti, la disponibilità di energia e di siti adeguati, etc., oggi è legata anche a fattori immateriali, come la qualità della vita, l’attrattività, la semplicità burocratica, il capitale umano e l’unicità dei luoghi.

Uno studio recente nel Regno Unito ha misurato la competitività urbana in termini di diversificazione economica, presenza di forza lavoro qualificata, connettività, capacità strategica di implementare strategie di sviluppo a lungo termine, innovazione nelle imprese e qualità della vita. Si è constatato che, se da un lato una forza lavoro qualificata è fondamentale per lo sviluppo economico delle città e dei territori, dall’altro, la qualità della vita sta diventando un fattore sempre più determinante per attrarre lavoratori qualificati.

Le città dotate di qualità ambientale ed architettonica, accesso ai servizi etc., cercano di preservare e migliorare queste specificità mentre altre, spesso di fronte al declino del settore industriale, tentano di reinventarsi puntando su questi fattori.

La tappa di Cagliari del convegno InnovAzioni: innovare per competere. Politiche per una nuova valorizzazione dei territori, affronterà questi temi in due momenti di confronto.

Nel primo, chi si occupa di pianificare e progettare i territori e le città, non solo in Sardegna, discuterà con attori provenienti da settori chiave per l’innovazione, mentre il secondo sarà dedicato ad esplorare la possibilità concreta di “fare rete” con idee, progetti e proposte presentate da Istituzioni e Associazioni, sempre in relazione agli stessi temi e con la finalità di migliorare le condizioni nelle quali operano gli operatori economici e gli enti.

“Sulla scala globale la vera sfida che abbiamo di fronte è quella della COMPETITIVITÀ dei nostri territori. La riqualificazione delle città può creare nuova occupazione, migliorare la qualità della vita dei cittadini e trainare lo sviluppo di nuove produzioni che diversifichino il Made in Italy e promuovano una rinascita industriale. Appare prioritario concentrare gli investimenti nelle aree urbane, sia per il loro essere il luogo ove emergono per prima i nuovi bisogni e si concentra la domanda di nuovi beni e servizi, che anche per il fatto che i centri urbani sono i nodi di infrastrutture territoriali e svolgono una funzione strategica nel valorizzare la connettività delle nuove reti sia materiali sia immateriali, di trasporto di beni e di persone o di informazioni e conoscenze. Per far questo occorrono progetti strategici anche di sviluppo a lungo termine. L’importanza di temi come la manutenzione ordinaria delle città non può diventare un alibi per bloccare qualsiasi progetto strategico di sviluppo. Le città rappresentano le piattaforme dei processi d’innovazione e internazionalizzazione per la loro dotazione di competenze molto qualificate e la capacità di mobilitare la collaborazione tra soggetti diversi e complementari.”

Adolfo Guzzini presidente IN/ARCH

Numerosi saranno gli interventi:

Massimo Zedda Sindaco Comune di Cagliari e Città Metropolitana di Cagliari; Cristiano Erriu Assessore degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica Regione Sardegna; Annalisa Bonfiglio Prorettore delegato per il territorio e l’innovazione Università di Cagliari; Gaetano Nastasi Presidente OIC e Rete Professioni Tecniche; Andrea Casciu presidente IN/ARCH Sardegna; Adolfo Guzzini presidente nazionale IN/ARCH; Enrico Farci responsabile Area Operativa Trasmissione Cagliari di Terna Rete Italia; Alessandra Argiolas Imprenditrice, Argiolas Formaggi; Gianandrea Barreca Barreca & La Varra; Barbara Caddedu Ingegnere, Università di Cagliari; Agnese Mannai CRS4; Mario Mariani The Net Value; Guido Riccetto Federazione Italiana Vela; Maurizio Boi vicepresidente OICE; Gian Franco Cappai Sindaco di Selargius; Maurizio De Pascale presidente CCIAA di Cagliari; Mauro Marani ENEA; Giampiero Vargiu Consigliere ANCE Sardegna Meridionale; Fabrizio Porcedda OIC Gruppo lavoro Area Metropolitana; Luca Zevi IN/ARCH. 

PROGRAMMA COMPLETO

Powered by Di-SiDE
Go to top