Cagliari: riqualificazione aree urbane, l'Amministrazione Comunale respinge dialogo con Rete Professioni Tecniche

Data di pubblicazione: 
Giovedì, Novembre 5, 2015

L’amministrazione comunale cagliaritana non è interessata a collaborare con la Rete delle Professioni Tecniche della Sardegna, in merito al Piano Nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate.

E’ l’amara conclusione alla quale la stessa Rete (architetti, ingegneri, geometri, periti agrari,periti industriali, agronomi,dottori chimici) è giunta dopo non aver ricevuto risposta alla lettera con la quale, il 19 ottobre scorso, proponeva un accordo istituzionale per l'attivazione di laboratori interdisciplinari, facendosi carico dei costi degli stessi. Purtroppo analoga sorte, e cioè nessuna risposta, hanno avuto altre proposte di dialogo avanzate dalla Rete, sui procedimenti relativi agli interventi e alle opere pubbliche nella città e l’impatto di queste. Tutto ciò mentre almeno in relazione all’attività dell’Osservatorio per l’Edilizia Privata le divisioni sembra siano state superate.

La Rete delle Professioni Tecniche della Sardegna, comunque, è sempre disponibile al dialogo con l’Amministrazione della prima città della Sardegna, e lascia aperta la porta alla speranza che la sua offerta di collaborazione, nell’esclusivo interesse di Cagliari e dei cagliaritani, possa ricevere l’attenzione che merita.

Qui la lettera inviata dalla Rete delle Professioni Tecniche Sardegna

 

 

Powered by Di-SiDE
Go to top